Logo di InfoVizzini.it
Approfondimenti
Imu e Tasi, entro il 16 dicembre si deve saldare il conto
Aliquota minima su servizi indivisibili, ma meno sconti
Si avvicina l'ultima data utile per pagare le imposte comunali. A Vizzini, rispetto al 2012, con l'applicazione dell'aliquota standard all'1 per mille e senza detrazioni vengono favorite le famiglie senza figli.
È martedì prossimo, 16 dicembre, il termine ultimo per pagare il saldo Imu e il saldo o unica rata della Tasi, che porterà nelle casse dello Stato 12,5 miliardi di euro. Il tributo comunale per i servizi indivisibili si paga sul possesso o sulla detenzione a qualsiasi titolo di fabbricati e di aree edificabili, comprese le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali non detenute o occupate in via esclusiva.
Foto n. 2
Diversamente da quanto stabilito per l'Imu, la Tasi deve essere versata anche sull'abitazione principale e relative pertinenze, a prescindere dalla categoria catastale. Tuttavia è opportuno consultare le delibere in quanto i Comuni possono aver previsto detrazioni o esclusioni per alcune categorie d'immobili destinati ad abitazione principale.
In pratica si possono riscontrare casi in cui i contribuenti hanno versato l'acconto entro il 16 giugno, se il Comune ha pubblicato le aliquote entro il 31 maggio, e c asi in cui l'acconto è stato versato entro il 16 ottobre, se il Comune ha pubblicato le aliquote entro il 18 settembre.
Secondo i dati elaborati dalla Uil una famiglia su due pagherà per la prima casa un conto Tasi più salato dell'Imu. Il costo medio della Tasi sulla prima casa è di 156 euro, ma nei capoluoghi l'imposizione sale a 197 euro. Torino risulta la città più cara dove si pagano in media 403 euro, seguita da Roma con un'imposizione di 391 euro. Ragusa e Olbia con aliquota Tasi zero vengono definiti paradisi fiscali.

La situazione a Vizzini - Il Comune di Vizzini rientra tra i 629 Comuni che non hanno deliberato le aliquote Tasi entro il 10 settembre scorso né pubblicato entro il 18 settembre 2014. Pertanto i possessori di immobili ubicati nel territorio di Vizzini sono obbligati a versare il nuovo tributo comunale per i servizi indivisibili tutto in un'unica soluzione entro il 16 dicembre, applicando l'aliquote base dell'1 per mille senza detrazioni per l'abitazione principale. Di seguito alcuni esempi di tassazione Tasi-Imu relativi agli immobili siti in Vizzini.

Immobile di proprietà adibito ad abitazione principale: deve essere pagata solo la Tasi e non l'Imu. L'importo deve essere versato in un'unica soluzione entro il 16 dicembre.

Immobile di proprietà utilizzato come seconda casa e altri immobili: deve essere versata solo l'Imu. Non si pagherà la Tasi considerato che per legge la sommatoria delle aliquote Imu-Tasi non può superare il 10,60 per mille. E a Vizzini la sola aliquota Imu, deliberata dal Comune, raggiunge il limite massimo applicabile previsto dalla normativa.

Immobile affittato: per l'inquilino è importante tenere presente che il calcolo va effettuato in riferimento alla situazione del proprietario per il quale l'immobile sarà seconda casa, se locato per intero, o prima casa, se vi abita e ha dato in affitto una o più stanze. Nel primo caso l'inquilino non versa la Tasi, nel secondo versa la Tasi nella misura del 10 percento dell'imposta complessiva.

Sia l'Imu e sia la Tasi hanno la stessa base imponibile. Per il calcolo della Tasi si procede come segue: la rendita catastale rivalutata del 5 percento si moltiplica per il coefficiente (es. 160 per le abitazioni), sul risultato si applica l'aliquota dell'1 per mille. Il tributo può essere versato con il modello F24 o con il bollettino postale, arrotondando gli importi all'unità di euro. Il codice tributo da utilizzare è il 3958 per l'abitazione principale e relative pertinenze. Qualora l'importo a debito risulti uguale o inferiore a euro 12,00, il tributo non va versato.

Consideriamo, per esempio, una famiglia tipo formata da padre, madre e due figli minori, proprietaria di un appartamento, adibito ad abitazione principale, rendita catastale 440, nell'anno 2012 non ha pagato Imu in virtù delle detrazioni, ma nel 2014 dovrà pagare 74 euro di Tasi entro il 16 dicembre.
Da un confronto di tassazione relativo all'abitazione principale, si rileva un aggravio di imposizione della Tasi 2014, rispetto a quanto si è pagato di Imu nel 2012, per le famiglie con figli a carico, per i quali si è goduto delle detrazioni, e per le unità immobiliari con rendita catastale medio bassa. In conseguenza dell'applicazione dell'aliquota standard dell'1 per mille senza detrazioni vengono favorite le famiglie senza figli.
» Condividi questa notizia:
09/12/2014 | 2031 letture | 0 commenti
Commenti (0)

I commenti per questa notizia sono disabilitati.
Cerca nel sito
Seguici anche su...
Pubblicità
Banner pubblcitario Duesse Color
Banner pubblcitario Fotoideatreg.com
Banner pubblicitario 180x180 pixel
Eventi
Libri
Quando: 28/10/2017
Dove: Vizzini
Teatro
Quando: 23/09/2017
Dove: Vizzini
Articoli
RUBRICHE | Terza pagina
27/07/2017 | 1310 letture
RUBRICHE | Economia
22/01/2017 | 1864 letture
di G.A.
RUBRICHE | Medicina
05/07/2016 | 2296 letture
di C.S.
RUBRICHE | Fisco e Finanza
11/01/2016 | 9731 letture
di C.B.
RUBRICHE | I racconti di Doctor
28/12/2012 | 9585 letture
di D.
Conferimento rifiuti
Personalizza il sito
Scegli il colore del tuo layout:
Newsletter
Iscrizione
Cancellazione
Meteo
Le previsioni per i prossimi 7 giorni a Vizzini.
Per i dettagli clicca qui.
Collabora e segnala
Vuoi segnalare un problema di cui InfoVizzini.it dovrebbe occuparsi? Ti piacerebbe diventare uno dei nostri collaboratore? Stai organizzando un evento? Desideri inviarci una foto o un video su Vizzini?