Logo di InfoVizzini.it
Approfondimenti
Ragusa-Catania, in un decennio 12 morti a Vizzini
Ma l'autostrada non è soluzione, i binari più sicuri
Troppi incidenti nel tratto tra il confine con Francofonte e lo svincolo per Caltagirone, una sessantina i feriti. L'approvazione del progetto entro un mese, ma i vizzinesi chiedono subito interventi a Santa Domenica.
Dodici morti e una sessantina di feriti, tutti nell'arco dell'ultimo decennio, "spalmati", su una quindicina di chilometri di asfalto maledetto. Il bilancio della strage che ogni anno, puntualmente, aggiorna la sua contabilità, rende meglio di ogni altro dato l'idea di quanto pericoloso sia il tratto di strada statale, quasi tutto in territorio di Vizzini, compreso tra il confine con Francofonte e lo svincolo per Caltagirone.
Foto n. 2
Arteria insicura e inadeguata al traffico Benvenuti nella vecchia (e al momento unica) Ragusa-Catania, mezzo secolo di traffico sulle spalle e oltre 500 vittime sulla coscienza, appesantita da altri 20mila feriti. Chiunque voglia spostarsi tra due dei capoluoghi economicamente più vivaci dell'Isola deve per forza passare da qui,
L'ALTERNATIVA

Serve una strada sicura
ma non dimentichiamo
il trasporto su rotaie


L.G.) La strada statale Ragusa-Catania va "rottamata" o, se preferite, resa sicura. Su questo punto nessuno ha dubbi. Da decenni, però, si parla di autostrada (senza cavare un ragno dal buco), come se non esistesse altro. I siciliani sono infatti assuefatti al medioevo dei trasporti pubblici. Nessuno ha mai messo seriamente sul tavolo la proposta di una efficiente linea ferrata sull'asse Ragusa-Siracusa-Catania-Messina. Il trasporto su rotaie, nella nostra Isola, non risponde alle esigenze dei pendolari né a quelle dei turisti, come invece accade spostandosi più a nord.
Ci sono almeno una mezza dozzina di motivi validi per incentivare i treni (va da sé, su linee moderne) più dell'asfalto: sono più sicuri e più veloci, inquinano meno e permettono di godersi il paesaggio, sono più efficienti e, per chi li usa, più economici. Anche sulla più moderna delle autostrade, il rischio incidente è sempre in agguato. Solo per citare un dato: in auto perdono la vita 0,72 persone ogni miliardo di chilometri percorsi, per il treno questo indice crolla a 0,04. Se, quindi, si invoca sicurezza, bisognerebbe iniziare a pretendere nuovi binari e stazioni, più che asfalto e caselli.
in macchina o in bus, dove può anche capitare che una raffica di forte vento ribalti una vettura (a Vizzini Scalo, nel 2009) e per imboccare uno svincolo bisogna tagliare la corsia opposta, sfidando il sole in faccia e sperando di non farsi centrare da chi procede in direzione opposta (storia di martedì scorso, in contrada Santa Domenica: altri due morti). A meno di non volersi sorbire 3 ore e 52 minuti su rotaie compreso un cambio , così come suggerisce il sito di Trenitalia per la soluzione più "rapida" da Ragusa a Catania. Solo andata, naturalmente.
Per chi ha fretta, dunque, la soluzione che richiede metà tempo si chiama s.s. 514 prima e s.s. 194 dopo. Due strade, un'unica corsia per senso di marcia e un asfalto rattoppato e rifatto chissà quante volte. Nel mezzo, migliaia di auto e camion che la percorrono ogni giorno. Insomma, i presupposti per mandarla in pensione ci sarebbero tutti.

Primo annuncio nel 2007 Se ne parla da decenni e nel 2007 si inizia a muovere qualcosa. Presentazione del progetto della nuova autostrada, 68 chilometri a doppia corsia su 3 province, 10 svincoli e 8 lotti funzionali. L'ultimo cronoprogramma, ottimistico nonostante l'esperienza, parlava del prossimo 31 luglio come data per l'inizio dei lavori. Utopia. Una manciata di alberi vicino Chiaramonte Gulfi, infatti, blocca un progetto inesorabilmente lento, nonostante i morti suggerirebbero di accelerarne i tempi.
La speranza si è riaccesa lunedì scorso, al termine della conferenza dei servizi tenutasi a Roma, al Ministero dei Trasporti: entro 30 giorni giorni dovrebbe arrivare il parere definitivo sul progetto esecutivo, preceduto da quello delle Soprintendenze di Ragusa e Siracusa, mentre il cantiere da 815 milioni di euro (metà pubblici, il resto di privati) partirebbe tra la fine di quest'anno e l'inizio del prossimo, con una durata stimata in 3 anni.

Svincolo pericoloso, serve intervenire subito Tutti hanno fretta, adesso. Attendono i pareri e incrociano le dita per scongiurare altri intoppi. A proposito di incroci, il nuovo progetto cancellerà l'attuale svincolo con invasione di carreggiata in contrada Santa Domenica, nel quale due giorni fa hanno perso la vita il 27enne Damiano Gallo Fedele e il piccolo Leon Magro Yandella, di soli 6 anni. Sarà sostituito da uscite sicure qualche centinaio di metri più avanti, senza taglio di corsie. Quelle che a gran voce, dopo l'ennesimo incidente mortale, invocano gli abitanti di Vizzini. Non vogliono leggere di altre vittime e di feriti.
«Piuttosto propongono in molti sui social, pieni di rabbia , che lo chiudano in entrata, quello svincolo maledetto, anche a costo di fare qualche chilometro in più per tornare a casa, oppure si faccia subito una rotatoria». Più probabile che tocchi loro aspettare la nuova Ragusa-Catania. Sperando di dover contare solo i giorni e non altri morti.
» Condividi questa notizia:
13/07/2017 | 3165 letture | 0 commenti
Commenti (0)

I commenti per questa notizia sono disabilitati.
Cerca nel sito
Seguici anche su...
Pubblicità
Banner pubblcitario Duesse Color
Banner pubblcitario Fotoideatreg.com
Banner pubblicitario 180x180 pixel
Eventi
Teatro
Quando: 23/09/2017
Dove: Vizzini
Teatro
Quando: 10/09/2017
Dove: Vizzini
Articoli
RUBRICHE | Terza pagina
27/07/2017 | 1148 letture
RUBRICHE | Economia
22/01/2017 | 1728 letture
di G.A.
RUBRICHE | Medicina
05/07/2016 | 2155 letture
di C.S.
RUBRICHE | Fisco e Finanza
11/01/2016 | 9584 letture
di C.B.
RUBRICHE | I racconti di Doctor
28/12/2012 | 9453 letture
di D.
Conferimento rifiuti
Personalizza il sito
Scegli il colore del tuo layout:
Newsletter
Iscrizione
Cancellazione
Meteo
Le previsioni per i prossimi 7 giorni a Vizzini.
Per i dettagli clicca qui.
Collabora e segnala
Vuoi segnalare un problema di cui InfoVizzini.it dovrebbe occuparsi? Ti piacerebbe diventare uno dei nostri collaboratore? Stai organizzando un evento? Desideri inviarci una foto o un video su Vizzini?